Progetti già finanziati

Ogni anno la nostra Associazione promuove un progetto finalizzato al miglioramento delle tecniche agricole e di pastorizia o allo sviluppo di tecnologie per lo sfruttamento di risorse naturali nel rispetto dell’ambiente o per la realizzazione di infrastrutture necessarie per la vita delle popolazioni.

Per anni, anche prima di costituirci in Associazione, abbiamo spedito “Containers”
pieni di derrate alimentari, vestiti, saponi, detersivi, attrezzi agricoli, biciclette, forni per la
cottura del pane, macchine da cucire, pompe per l’acqua, un “fuori strada”, incubatrici per
pulcini, l’attrezzatura completa per uno studio dentistico, pannelli solari, letti e materassi,
libri, quaderni e giocattoli.

In questi ultimi anni abbiamo rinunciato alla spedizione di “Containers” in quanto la
cifra per la spedizione e lo sdoganamento è troppo elevata. Non è quindi conveniente se
non per la spedizione di grossi valori ed inoltre, ciò ci permette di operare meglio in aiuti
diretti alla popolazione incentivando il commercio dei prodotti locali e favorendo così
l’occupazione.

Citando alcune tra le cose fatte in questi anni è importante ricordare alcuni interventi per noi molto significativi perché ci hanno aiutato ad impegnarci per realizzare qualche cosa di utile per la popolazione.

All’inizio, noi tutti, abbiamo conosciuto Suor Diomira, la Missionaria operante a Mokalì da più di 30 anni, ed abbiamo così pensato di assecondare una delle sue necessità primarie di quel momento, cercare cioè di far fronte alle malattie che ogni anno decimano la popolazione; abbiamo così contribuito alla realizzazione dell’ampliamento dell’ospedale per malattie infettive di Mokalì.

Abbiamo spedito alcune incubatrici per portare avanti un progetto che aveva come scopo quello di insegnare ad alcune famiglie a far nascere e a far crescere pulcini come allevamento; in questo modo si può avere una maggior quantità di carne per sfamare la popolazione e soprattutto si può iniziare una nuova attività, quale il commercio con la vendita degli stessi, per garantire a queste famiglie un guadagno certo.

Abbiamo contribuito alla realizzazione di una condotta per portare l’acqua a Gongu,una località ancora priva di questa risorsa. La realizzazione di questo chilometro di tubazione e l’installazione di una grossa cisterna hanno così permesso alla popolazione di poter attingere liberamente all’acqua sulla piazza del paese senza fare un lungo tratto di strada per raggiungere il fiume più vicino.

Abbiamo finanziato il container per la spedizione di un trattore e di un aratro a Plateau De Bateke , località a circa 100 Km da Kinshasa dove hanno trovato occupazione circa 100 famiglie, su un terreno donato dal Governo, per lo sviluppo del progetto agricolo.

E’ nostra intenzione continuare a seguire anche nei prossimi anni questa iniziativa perché può essere utilizzata anche come “scuola” per le famiglie delle zone vicine che possono così trarre dalla terra, che peraltro è molto fertile, quanto può essere utile per il loro sostentamento e per la vendita dei prodotti ricavati dalle coltivazioni.